Il Progetto

Il soggetto attuatore dell’intervento è l’Azienda ULSS n.2 Marca Trevigiana. Il progetto prevede la demolizione degli edifici non più funzionali, la ristrutturazione e riconversione degli edifici in buono stato di conservazione, la costruzione di nuovi edifici nonché la realizzazione di un parco lungo il fiume Sile. Il risultato dei lavori sarà un rinnovato centro ospedaliero ad elevata specializzazione e tecnologia, punto di riferimento provinciale e sovra-regionale. Il progetto del nuovo complesso ospedaliero è organizzato nelle seguenti Macro Aree, ciascuna con destinazione organizzativa e funzionale specifica:

  • Macro Area Ospedaliera: si compone di cinque edifici e include funzioni di emergenza-urgenza, blocchi operatori, terapie intensive e semi intensive, degenze, area materno-infantile, diagnostiche, funzioni ambulatoriali e diurne, servizi di diagnosi e cura, servizi generali e aree direzionali.
  • Macro Area Territoriale: comprende due edifici ristrutturati e prevede una dotazione di ambulatori.
  • Macro Area Amministrativa: all’interno di due edifici ospita la sede degli uffici amministrativi accorpando uffici ora distribuiti in diverse strutture esterne all’Ospedale.
  • Macro Area Tecnologica e Logistica: delocalizzata ma connessa con l’Ospedale, nell’area dell’esistente lavanderia, comprende la nuova centrale energetica, i servizi di approvvigionamento logistico, il nuovo edificio SUEM-HEMS affiancato dal nuovo eliporto.

I nuovi edifici ospedalieri, ad alta intensità di cura, sono realizzati attorno all’edificio esistente, sede del pronto soccorso, senza interruzione di continuità rendendo omogenee e perfettamente comunicanti, tramite la piastra di base, tutte le funzioni in un insieme unitario attraverso flussi orizzontali separati per il personale sanitario, il pubblico e la logistica. Dalla piastra di base emergono, con movimentazione dei flussi in direzione verticale, le torri di degenza dedicate alle funzioni dipartimentali. La connettività interna degli edifici costituenti la Macro Area Ospedaliera è garantita da un asse principale distributivo, mediante una grande galleria o “Main Street”, che la attraversa completamente per poi ramificarsi capillarmente. Sono previsti adeguamenti delle dotazioni impiantistiche, la riorganizzazione della viabilità interna e la dotazione di nuovi stalli per la sosta, distribuiti in modo organico per aree ed ingressi, divisi per tipo di utenza, funzionali alle mutate esigenze del Nuovo polo ospedaliero. La sequenza realizzativa avviene mediante due fasi principali con l’iniziale costruzione dei nuovi volumi seguita dal trasferimento delle funzioni sanitarie e quindi dagli interventi sugli edifici esistenti garantendo in ogni fase realizzativa la continuità delle funzioni ospedaliere.